Il Cantiere

In Italia il gas naturale viene distribuito attraverso condotte direttamente collegate ai Paesi di origine come Russia, Nord Europa, Libia e Algeria, oppure attraverso impianti di rigassificazione posti presso i punti di ricevimento del GNL, attualmente a Panigaglia (La Spezia), Porto Levante (Rovigo) e Livorno (Terminale Offshore).
Per quanto riguarda le grandi isole, la Sicilia è collegata alla rete primaria che corre lungo l’intero paese, mentre la Sardegna e l’Elba sono completamente escluse dalla distribuzione di gas naturale e quindi la generazione di energia è principalmente prodotta da combustibili fossili tradizionali, come carbone, olio combustibile e GPL.

Lo scopo degli impianti HIGAS di Santa Giusta è quello di ricevere GNL da vettori di gas di medie dimensioni, scaricare il liquido nel serbatoio di stoccaggio in modo che possa essere utilizzato principalmente in forma liquida come combustibile per uso autotrazione, industriale, civile e marino e in parte come gas (NG) da alimentare nelle reti di condotte che esistono già parzialmente nell’area.

Il GNL sarà immagazzinato in 6 serbatoi criogenici orizzontali a bassa pressione; si tratta di un sistema di immagazzinamento modulare, che può essere suddiviso o ampliato in base alla domanda del mercato.
La suddivisione aiuterà a ridurre i problemi di sicurezza e la modularità consentirà l’avviamento anche solo con una parte della capacità totale in uso.
I serbatoi sono realizzati con idonei materiali criogenici, che mantengono elevate caratteristiche meccaniche a basse temperature (-162° C); sono di tipo a doppia parete per garantire il contenimento del liquido e del gas, anche in caso di perdita del contenitore interno.

Guarda i progressi dei lavori in cantiere