Insieme per portare il GNL in Italia

HIGAS S.r.l. è una società nata con lo scopo di fare una cosa necessaria: realizzare un deposito di GNL all’interno del porto industriale di Santa Giusta (Oristano). Higas è costituita dall’unione di 3 aziende con esperienza ultra trentennale nel trasporto, gestione e distribuzione di gas liquefatti e allo stato di vapore.

Grazie ad un consolidato know-how sul GNL, il metano arriverà in Sardegna per fornire energia ad industrie, attività agricole e abitazioni presenti sul territorio sardo.

Gas & Heat – Società italiana leader nella progettazione, fornitura ed installazione di impianti del carico per navi gasiere destinate al trasporto marittimo di GPL, etilene e GNL, nonché società armatoriale, con una flotta di 4 navi gasiere LPG da 3.300 m3 ed una partecipazione in una nave etileniera da 9.000 m3. Website

CPL Concordia – Gruppo cooperativo italiano che opera in 4 continenti, nato nel 1899, che comprende 67 società e 1.400 addetti, che si occupa di approvvigionamento, distribuzione, vendita e contabilizzazione di gas ed elettricità, compresa la produzione mediante impianti rinnovabili. Website

Avenir LNG – Da ottobre 2015 si è aggiunta nella compagine societaria un player internazionale che ha reso il progetto ancor più reale e concreto, Stolt-Nielsen. Nel 2018 Stolt ha costituito una nuova società, Avenir LNG, a cui ha conferito le quote di Higas. Partecipano al capitale di Avenir anche Hoeg LNG e Golar LNG, creando il più importante player a livello mondiale del GNL Small scale. Website

La scelta politica di importare gas da tubazioni

Storicamente, l’Italia prese la decisione strategica di importare gas attraverso i gasdotti, sotto forma di vapore, creando così una dipendenza dai paesi dove ha origine il gasdotto; la politica energetica, compresi i costi relativi, dipende quindi dalla relazione con questi paesi.

L’alternativa possibile esiste, e consiste nell’acquistare gas da paesi produttori, trasportarlo liquefatto in navi da carico, depositarlo in appositi impianti e rigassificarlo per poter essere immesso nella rete e renderlo quindi disponibile all’uso industriale e domestico.

GNL il presente e il futuro

Da alcuni anni, la riduzione dell’inquinamento all’atmosfera causato dai prodotti della combustione ha attratto
sempre di più l’attenzione degli stati occidentali e della Comunità Europea.
L’utilizzo del GNL come combustibile sostitutivo di olio, gasolio e carbone, sia per la propulsione navale che terrestre, rappresenta senza dubbio una delle soluzioni più virtuose per rispondere alle normative che regolano le emissioni, divenute sempre più stringenti.

  • Differenziazione delle fonti di approvigionamento energetico

  • Migliore efficienza energetica

  • Costo competitivo nel lungo termine

  • Riduzione degli inquinanti nell’atmosfera

L’impatto ambientale

Rapportato ai combustibili liquidi di origine petrolifera, si evince immediatamente il minore impatto ambientale degli inquinanti che hanno un maggiore impatto sulla salute degli uomini:

Emissioni

Percentuale

CO2 -30%
SOx -99%
NOx -88%
Polveri Sottili -96%

Il Cantiere

Lo scopo dell’impianti HIGAS di Santa Giusta è quello di ricevere GNL da vettori di gas di medie dimensioni, scaricare il liquido nel serbatoio di stoccaggio in modo che possa essere utilizzato principalmente in forma liquida come combustibile per uso autotrazione industriale, civile e marino e in parte come gas (NG) da alimentare nelle reti di condotte che esistono già parzialmente nell’area.

Il GNL sarà immagazzinato in 6 serbatoi criogenici orizzontali a bassa pressione; si tratta di un sistema di immagazzinamento modulare, che può essere suddiviso o ampliato in base alla domanda del mercato. La suddivisione aiuterà a ridurre i problemi di sicurezza e la modularità consentirà l’avviamento anche solo con una parte della capacità totale in uso.
I serbatoi sono realizzati con idonei materiali criogenici, che mantengono elevate caratteristiche meccaniche a basse temperature (-162° C); sono di tipo a doppia parete per garantire il contenimento del liquido e del gas, anche in caso di perdita del contenitore interno.

Scopri